Sito ottimizzato con TuttoWebMaster

Valid XHTML 1.0 Strict

CSS Valido!

Segnaletica degli Itinerari


Così come dovrebbe avvenire nel traffico delle città, una rete sentieristica funzionante e ben accessibile rende più piacevoli e sicure le nostre passeggiate dando maggior valore e slancio turistico all’attività escursionistica.
Di per se l’itinerario dovrebbe fornire all’utilizzatore non solo un sistema di sicurezza idoneo ma un componente indispensabile per l’escursione per poterla arricchire di contenuti culturali specifici, offerte di ricettività ed ospitalità. Tutto questo può avvenire con una segnaletica che si propaghi a lungo nel tempo, sia sicura e venga periodicamente sottoposta a controlli e veridicità e manutenzioni.
L’ente che è preposto a "provvedere al tracciamento, alla realizzazione ed alla manutenzione di sentieri, opere alpine ed attrezzature alpinistiche" (art 2 comma b della Legge 24/12/1985 n° 776) è il CAI che ha redatto allo scopo un manuale di istruzioni ed informazioni dal titolo "Sentieri: pianificazione segnaletica e manutenzione - Quaderno di escursionismo 1"

Sentieri: pianificazione segnaletica e manutenzione

Simboli Della Segnaletica dei Sentieri del CAI

Tabellone o pannello d’insieme
Rappresenta la rete escursionistica locale (140x110 cm).
  1. Cartografia schematica rete escursionistica e dei riferimenti geografici della zona.
  2. Elenco degli itinerari escursionistici.
  3. Note di inquadramento ambientale e storico.
Tabellone o pannello d’insieme

Tabella segnavia
Indica la direzione delle località di destinazione del sentiero e il tempo per raggiungerle (55x15 cm)
Tabella segnavia

Tabella segnavia per itinerari escursionistici a lunga percorrenza
E' come la normale segnavia con l’aggiunta della sigla del percorso.
Tabella segnavia per itinerari escursionistici a lunga percorrenza

Tabella località
Indica la località in cui ci si trova e la quota altimetrica (25x15 cm)
Tabella località

Tabella per sentieri tematici
Evidenzia l’interesse di un sentiro: Sentiero Geologico, Sentiero Storico, Sentiero Natura ecc. (25x15 cm)
Tabella per sentieri tematici

Tabella "Sentiero per escursionisti esperti"
Indica un sentiero impegnativo (25x15 cm)
Sentiero per escursionisti esperti

Tabella per uso anche equestre e ciclistico dei sentieri
Indica il transito adatto anche in bicicletta o a cavallo (25x15 cm)
Tabella per uso anche equestre e ciclistico dei sentieri

Tabella di adozione sentiero
Indica la sezione CAI che cura la manutenzione del sentiero (25x15 cm)
Tabella di adozione sentiero

Segnavia bianco-rosso
Indica la continuità del sentiero (15x8 cm)
Segnavia bianco-rosso

Segnavia rosso-bianco-rosso con numero
Indica la continuità e il numero del sentiero (15x8 cm - 8x15 cm)
Segnavia rosso-bianco-rosso con numero
Segnavia rosso-bianco-rosso con numero

Segnale di presenza sorgente d’acqua
Indica la presenza di una fonte d’acqua, la direzione per raggiungerla e la sua distanza dal sentiero (20x4 cm)
Segnale di presenza sorgente d’acqua

Ometto di pietre
Indica la continuità del sentiero su terreni esperti d’alta montagna.
Ometto di pietre

Picchetto segnavia
Indica la continuità del sentiero su prati e pascoli (7-8 x 100-120 cm)
Picchetto segnavia

Tabella per via ferrata o per sentiero attrezzato difficile
Invita ad usare l’autoassicurazione e a segnalare eventuali danni agli infissi (25x33 cm)
Tabella per via ferrata o per sentiero attrezzato difficile


Struttura e Tipologia Della Segnaletica

Esistono un "Piano Regolatore dei Sentieri" e una numerazione degli itinerari che permettono di gestire al meglio una rete di sentieri. Questi due elementi permettono all’itinerario di:
1 – Essere più facilmente individuabile dall’escursionista sia sul terreno e che sulla carta topografica.
2 – Possa essere censito in un elenco dei sentieri.
3 – Possa essere gestito tramite un sistema informatizzato che consenta il riconoscimento in maniera univoca su tutto il territorio nazionale.
Il metodo di numerazione utilizzato è a tre cifre ed ogni cifra ha un determinato significato:
Il primo numero serve ad identificare il "Settore" mentre le altre due cifre indicano il "Numero del Sentiero" presente nel Settore.
Metodo di numerazione

Per l'identificazione dei sentieri, nel "Piano Regolatore dei Sentieri" vengono definite delle "zone" che è opprtuno conoscere:
Zona
Identifica una Provincia e/o una Regione; pur non essendo indispensabile considerarla per la realizzazione di un "Piano regolatore dei sentieri" a carattere locale, diventa invece indispensabile nell'ottica della realizzazione di un catasto sentieri nazionale e della gestione informatizzata dei dati. Area
E' una ulteriore suddivisione della Zona (Provincia e/o Regione) qualora la rete complessiva dei sentieri risulti molto estesa (oltre i 9 settori);
Settore
E' una porzione di territorio entro una "Zona e/o Area" (regione o provincia) con caratteristiche geografiche e morfologiche omogenee, in cui possono trovarsi fino ad un massimo di 100 sentieri; può corrispondere ad un gruppo montuoso; molto più frequentemente ne è la somma di 2 o 3;
Gruppo Montuoso
È una porzione geograficamente omogenea di territorio, formata da monti e/o colline e/o anche pianura, purché interessata dalla presenza di una rete sentieristica;
Numero
E' il numero a tre cifre che identifica sul terreno il sentiero.
La segnaletica altro non è che il "filo di Arianna" per un escursionista che non conosce bene il luogo. Diviene pertanto elemento fondamentale per poter effettuare un escursione con maggior sicurezza e per valorizzare e tutelare il territorio.
La segnaletica dei sentieri che incontriamo è di due tipi:

Segnaletica verticale (principale)
Nella normalità dei casi è possibile trovare queste tabelle all’inizio dei sentieri e agli incroci più grandi. Su questo tipo di segnaletica vengono riportate quella serie di informazioni che riguardanti il nome e la quota della destinazione, la meta ravvicinata e intermedia, i tempi di percorrenza e il numero del sentiero.
Segnaletica verticale

Dato lo spazio relativamente piccolo, per indicare toponimi delle mete dell’itinerario, si fa riferimento alle guide TCI-CAI della collana "Monti d’Italia":
ABREV. TOPONIMO ABREV. TOPONIMO
A. Alpe M.ga Malga
Alb. Albergo M.go Maggengo
Alp. Alpeggio Min Minuti
b. Bivio N Nord
B.ta Baita O Ovest
Biv. Bivacco P. Punta
B.tta Bocchetta P.no – P.ni Piano - Piani
C. Cima P.so Passo
CAI Club Alpino Italiano P.te Ponte
Cap. Capanna P.to – P.ti Prato – Prati
Cas. Casa, Case P.zo Pizzo
Cas.ta Cascata q. Quota
Cast. Castello Rif. Rifugio
C.da Croda R. Rio
C.le Colle Rud. Rudere
C.na - C.no Corna – Corno S Sud
Cap. Capanna S. San, Sant’
C.ta Cresta S.la Sella
C.to Colletto S.sa – S.so Sassa - Sasso
D.so Dosso sent. Sentiero
D.te Dente Sorg. Sorgente
E Est Sez. Sezione
F. Fiume Staz. Stazione
Forc. Forcola sup. Superiore
F.so Fosso Torb. Torbiera
Gh. Ghiacciaio Torr. Torrente
H Ore T.ne Torrione
Inf. Inferiore trav. Traversata
it. Itinerario V. Val, Valle
L. Lago-Laghi Vall. Vallone
L.to Laghetto V.ta Vetta
m Metri V.tta Vedretta
M. Monte-Monti

Segnaletica orizzontale (secondaria)
E’ composta da segnavia realizzati con la vernice di colore bianco-rosso (segnavia semplice) o rosso-bianco-rosso (segnavia a bandierina) e contenente anche il numero del sentiero. Viene posta lungo il tragitto del sentiero e lo si può trovare su sassi o tronchi d’albero e forniscono un informazione continua sul corretto percorso.
Segnaletica orizzontale

Segnavia semplice Segnavia semplice

Tabelle tematiche
Le tabelle tematiche hanno lo scopo di specificare la presenza di un particolare itinerario a tema che può riguardare:
  • Naturalità
  • Segni dell’uomo
  • Prodotti tipici e agricoltura
Ogni tipologia ha un proprio colore di fondo che la identifica e specifica il particolare tema come riportato di seguito:

Tabella "Naturalità" (25X13 cm) Indica la presenza di elementi significativi della natura (flora, fauna, geomorfologia, mineralogia, acque, ghiacciai, ecc.). Lo sfondo è di colore verde.
Tabella Naturalità

Tabella "Segni dell’uomo" (25X13 cm) Indica la presenza di segni dell’azione dell’uomo di particolare significato (monumenti, cappelle votive, dipinti murali, architetture rurali e civili, luoghi storici, recinti, ecc.). Lo sfondo è di colore marrone.
Tabella Segni dell’uomo

Tabella "Produzione tipica e agricoltura" (25X13 cm) Indica la presenza di forme di conduzione agraria, silvicoltura e pastorizia di particolare significato; inoltre indica località caratterizzate dalla produzione di prodotti tipici. Lo sfondo è di colore giallo.
Tabella Produzione tipica e agricoltura